« Maggio 2010 | Principale

Archivio di Agosto 2010

30.08.10

Biennale a San Gallo

Gianni invia il suo commento sull'esperienza della Biennale di San Gallo, appena conclusa.

La città è bella malgrado il tempo piovoso. Caratteristici sono i balconi nel centro storico. Benché nato in Svizzera non ricordavo più lo stemma di questa città. È bella la serata a cena con tutti. L'atmosfera è allegra e c'è voglia di ritrovarsi.

Il mattino dopo di buon'ora ci si sveglia e a colazione sparo le mie battute per svegliare il cervello della compagnia apparentemente tranquilla. Poi lo spettacolo: alla presentazione, volendo fare i simpatici parlano di pizza "Racconto d'inverno". Certo, a me viene da ridere perché è sui luoghi comuni che si liquidano spesso le culture.

A fine spettacolo, gli applausi sono meritati. Abbiamo un margine di miglioramento in vista della prossima al Foce, soprattutto nel secondo atto.

Penso che questa sia stata una tappa importante per la compagnia e che con la dedizione e lo studio non si può che migliorare. Questa potrebbe essere la chiave di volta per farci conoscere e apprezzare anche fuori dal Ticino. Sicuramente io, inconsciamente, la chiave "di volta" per paura di perderla me la sono portata a casa (quella dell'albergo) e così sono costretto a comprarmi la stanza...

Gianni.

Le foto di San Gallo

Le foto si possono anche vedere più grandi (e scaricare) al seguente link;
http://gallery.me.com/vcz#100147

DSC00641.jpgDSC00646.jpg

DSC00650.jpgDSC00651.jpg

DSC00654.jpgDSC00659.jpg

DSC00660.jpgDSC00665.jpg

DSC00673.jpgDSC00676.jpg

DSC00680.jpgDSC00683.jpg

DSC00686.jpgDSC00693.jpg

DSC00696.jpgDSC00705.jpg

DSC00708.jpgDSC00715.jpg

DSC00717.jpgDSC00720.jpg


DSC00741.jpgDSC00743.jpg

DSC00757.jpgDSC00769.jpg


DSC00772.jpgDSC00773.jpg

DSC00776.jpg

Il ritorno del "Racconto"

Ovvero la Compagnia sbarca nella Svizzera tedesca.

Risveglio brusco dopo estate sonnecchiante. Apro gli occhi e sono in una stanza di albergo. Nel letto di fianco dorme un signore grande e grosso che mi pare di avere già visto da qualche parte. Credo che fuori piova ininterrottamente da ore. L'orologio segna pochi minuti dopo le 5.

Mi ci vuole qualche istante a collegare tutti i tasselli: l'uomo nell'altro letto è senz'altro Giorgio (almeno spero), sono allo Schwanen Hotel a San Gallo e alle 9 siamo in scena alla Kellerbühne: la Compagnia della Notte alla Biennale Svizzera del Teatro Amatoriale.

Come ci siamo arrivati qui non mi è proprio chiarissimo in questo momento. Si vede che abbiamo inviato la nostra iscrizione e che, dopo chissà quante discussioni e peripezie, siamo riusciti nell'impresa di mettere tutti d'accordo. L'idea dev'essere quella di mettere in scena, ancora una volta e davanti a un pubblico che non riesco a immaginare, il nostro "Racconto d'inverno".

Nella camera accanto di sicuro dorme qualche altro membro della compagnia. Che faccio, busso sul muro per vedere se mi risponde qualcuno? Col rumore della pioggia non mi sentirebbe nessuno. E poi, almeno loro, staranno dormendo, aggrappàti forte al piumino.

Vorrei rimanere a riflettere ancora per farmi un'idea più lucida della situazione ma... se è vero che si va in scena alle 9 allora mi rimane ben poco da riposare. Allora caccio via tutti i pensieri e ripiombo nel sonno. Appena prima di precipitare nel buio mi viene da fare un mezzo sorriso (da deficiente) che fortunatamente rimane nascosto nelle pieghe del cuscino.

Info su Agosto 2010

Questa pagina contiene tutti i post di Agosto 2010, elencati dal più vecchio al più recente.

Maggio 2010 è l'archivio precedente.

Molti altri si trovano sulla pagina principale o in archivio.