« Dicembre 2008 | Principale | Febbraio 2009 »

Archivio di Gennaio 2009

13.01.09

I buchi sul muro

Atteso rientro dopo le lunghe vacanze. Come regalo per tutti, graditissima visita di Giorgio, di ritorno da Berlino per le festività e in grandissima forma. Giorgio ci ha raccontato della vita berlinese, delle sue esperienze e degli spettacoli teatrali a cui ha assistito durante la sua permanenza.

Entrati in sala prove, abbiamo discusso della decisione di Luke di non frequentare le prove per qualche tempo. Questo naturalmente crea problemi per la preparazione dello spettacolo. Gianni ci ha tranquillizzati annunciando "il piano B", ossia una versione modificata dello spettacolo in cui lui stesso interpreta il clown, a cui ha lavorato molto in questi ultimi giorni (pare se ne sia accorta anche sua moglie). Gianni ci ha spiegato che, se Luke non dovesse riuscire a rientrare nel giro di due o tre incontri, non potrà aspettare oltre e sarà costretto a mettere subito in pratica il nuovo piano: imparerà la parte del clown e passeremo alla versione modificata. In questo modo, Luke potrà prendersi la pausa di cui ha bisogno, e noi potremo comunque andare avanti con lo spettacolo (a questo punto senza di lui) senza comprometterne la buona riuscita.

Essendo l'ultima serata con Ale prima del militare, Gianni ha voluto montare la scena del barbone con l'avvocato (Ale con Katia). Il barbone è in piedi ma si accartoccia gradualmente su se stesso mentre l'avvocato parla, e alla fine della scena è per terra. Al contrario, l'avvocato cresce verso l'alto, e nei momenti più esplosivi è addirittura protesa sulla punta dei piedi. La sua voce è squillante e quasi non si accorge che il barbone si accascia. All'inizio della scena, Isa incrocia lo sguardo del barbone, che cerca di nascondersi perché si vergogna della sua condizione, e lo riconosce - avendolo incontrato all'inizio dello spettacolo nelle vesti di venditore della lotteria.

Qui Gianni ci ha raccontato una storia che ha imparato da bambino e non ha più dimenticato. Pierino era un bambino che combinava un sacco di marachelle, e ogni volta sua mamma, per fare in modo che non le dimenticasse, attaccava un chiodo al muro in una lunga fila. Quando Pierino fu diventato grande, la mamma rimosse i chiodi dal muro, ma rimase la lunga fila di buchi. Il significato di questa storia è che tutto ciò che ci accade lascia un segno, anche se noi crediamo di avere cancellato tutto. I personaggi si modificano durante lo spettacolo e maturano attraverso le loro esperienze e i loro incontri. Ecco perché lo sguardo tra Isa e Ale/barbone è così significativo.

Prima di andare Gianni ha sottolineato che esige un livello molto alto da tutti noi per lo spettacolo di quest'anno, in cui anche lui è impegnato in scena in prima persona. È arrivato decisamente il momento di rimboccarsi le maniche... la prima di Dreamfastnet non è più così lontana ormai.

15.01.09

La compagnia del manichino

Settimana ricca di (spiacevoli) emozioni per la compagnia.

Luke è rientrato alle prove e ha chiarito che non ha alcuna intenzione di allontanarsi. Sarà assente ancora solo martedì prossimo.

In compenso, Katia ha comunicato la sua volontà di non proseguire il suo lavoro all'interno del gruppo, e già stasera non era presente alle prove. Gianni ha fatto presente che il suo personaggio non può essere eliminato senza stravolgere lo spettacolo. Di conseguenza occorre trovare un sostituto.

In alternativa, Gianni ha esposto l'ipotesi di utilizzare un manichino associato a una voce fuori campo. La soluzione sarebbe suggestiva e ben si adatta all'atmosfera onirica ricca di incongruenze che già permea il testo.

La scena dallo psicologo, per esempio, vedrebbe il solo manichino seduto al tavolo, con una luce spot. Dall'esterno si sentirebbe la conversazione, recitata fuori scena da Luke e un'attrice volenterosa. Per la voce dell'avvocato fuori campo si è pensato a Jale (che però era assente), e lo stesso Luke ha provato a simulare una voce femminile. Tutto è ancora da decidere, tuttavia.

Patrizia sostituirebbe Katia nel balletto "Money money money" e nella scena della pasticceria. Alla scena del processo, l'avvocato risulterebbe "assente perché impegnato in un altro processo" (quale? quello interiore!), e Jale darebbe lettura della difesa, inviata per iscritto. Vcz proporrebbe lo shampoo Luxurius da solo. Il barbone avrebbe a che fare col manichino animato dalla voce fuori campo (sarebbe Isa a portare in scena il manichino).

Abbiamo cercato di esaminare tutti gli interventi di Katia per capire se un'alternativa di questo tipo è sempre possibile - e sembra che, dopotutto, si possa riuscire... ma onestamente la speranza è che Katia non lasci e che tutto questo non sia necessario.

Prima di andare, Roberto ha provato due dei suoi monologhi.

20.01.09

Il puttanone rauco


Ancora neve la scorsa notte. Dato che il clima è sempre piuttosto rigido nella saletta delle prove, ci siamo riscaldati con la tensegrità. Poi Gianni ci ha insegnato un esercizio molto bello: ci siamo presi per mano a mo' di trenino, con Gianni come locomotore. Poi lui ha cominciato a guidarci nello spazio - prima secondo traiettorie semplici, e poi lungo percorsi intricati, creando intrecci con altri punti del trenino! La situazione si è fatta presto piuttosto ingarbugliata... ma siamo sempre riusciti a districarci in qualche modo.

Vcz ha dettato a Jale le modifiche al testo della scena del tribunale decise la volta scorsa. Poi, con Roberto e Sabina, Jale ha provato le sue nuove battute - inclusa l'arringa dell'avvocato dell'accusa, precedentemente assegnata a Katia. Gianni, scatenatissimo, ha inserito varie novità: un coretto di "hm, ha" alla Gordon durante il discorso di Sabina; e una serie di appuntamenti per la stessa Sabina, che l'aiuteranno a ricordare il testo (per esempio una carezza all'elefantino di peluche, un pianto, e una passeggiata in otto tempi).

Jale si è inventata il personaggio del segretario: un po' cieca, legge incerta curva sul foglio, si muove piano e impacciata... molto accattivante!

Poi Gianni ha chiesto a Jale di inventare una voce da usare fuori campo per le battute dell'avvocato (rappresentato in scena da un manichino). È venuta fuori una spettacolare voce rauca e sensuale, con tratti di depressione, di cattiveria o di euforia - a seconda della scena. La voce del nuovo avvocato è stata subito definita da "puttanone rauco".

Vcz ha provato con Robi la scena iniziale. Per il giullare, Gianni ha suggerito a Vcz di essere didascalico nei movimenti, anche se in modi possibilmente non troppo ovvi. In contrapposizione con gli altri personaggi, e coerentemente con la figura storica del giullare, è consentito a Vcz di muoversi seguendo le intenzioni del testo, senza cercare contrasti e contrapposizioni. Gianni ha anche suggerito a Vcz di ispirarsi per i movimenti al personaggio di Gérard Philipe nel film "Les Aventures de Till L'Espiègle" del 1956 (anche se non sarà facile reperirne una copia, purtroppo).

22.01.09

Astolfo

Stasera Gianni ha disposto dei cuscini in giro per la sala e ci ha chiesto di camminare nello spazio con un sottofondo musicale. Quando la musica s'interrompeva, bisognava sedersi su uno dei cuscini disponibili. Man mano, i cuscini erano sempre meno: chi rimaneva senza posto a sedere veniva eliminato. A pari merito hanno portato a casa la vittoria Isa e Jale.

Poi abbiamo lavorato con le improvvisazioni. Il luogo era la sala d'attesa del dentista, e di volta in volta Gianni ci dava delle indicazioni diverse sui rapporti tra i personaggi. C'era chi aspettava solo una pulizia dei denti; chi soffriva tanto da poter parlare solo a stento; chi accompagnava qualcun altro; chi incontrava con dispiacere una vecchia conoscenza; chi doveva farsi restituire dei soldi... La galleria dei personaggi si è fatta rapidamente piuttosto grottesca. A un certo punto Vcz è entrato con Astolfo, un coniglietto di ceramica con... il mal di denti.

Jale e Luke hanno provato le scene con avvocato e psicologo. Jale sta lavorando ancora alla sua voce. Luke invece, incoraggiato da Gianni, sta cercando di dare maggiore personalità allo psicologo. Per questa scena le luci saranno molto importati: non essendoci nessun attore, bisognerà dare rilievo al manichino con uno spot molto preciso.

Abbiamo provato la scena iniziale con Donna Silvia (Gianni ha impersonato il venditore della lotteria al posto di Ale) e l'intervento successivo del giullare. Gianni vuole che Vcz associ al suo testo movimenti ben precisi (per esempio quattro movimenti rapidi e decisi in associazione a "bontà, sapere, saggezza e onestà"). Vcz deve inoltre creare spazi diversi a seconda dei momenti (per esempio, deve trovarsi fisicamente al cospetto di Salomone mentre ne parla), evocando luoghi e tempi anche distanti.

Non si sa bene come, è saltata fuori una mossa alla Celentano per il professore di fisica, che ancheggia vistosamente all'inizio del primo monologo, e ripeterà il movimento molto più attenuato (a causa dell'età) all'inizio del monologo conclusivo.

24.01.09

La danza tribale

Incontro straordinario del sabato pomeriggio all'OTAF. Prima di cominciare a provare, ci siamo concessi un caffè, gentilmente offerto da Roberto. Dopo esserci spostati nella sala che usiamo per le prove, ci siamo riscaldati (molto efficacemente) con una danza tribale piena di energia proposta da Gianni. Speriamo di rifarla presto!

Poi abbiamo provato il primo atto dall'inizio alla fine, verificando la fattibilità delle varie modifiche apportate ultimamente, in particolare dopo l'abbandono di Katia. Jale ha interpretato la voce fuori campo dell'avvocato nella scena con lo psicologo, e ha letto il suo intervento nella scena del tribunale. Il giullare ha perfezionato i suoi monologhi con nuovi gesti e intenzioni. Vcz farà la pubblicità dello shampoo da solo, indossando una parrucca fornita da Patrizia sopra una calotta per simulare la calvizie. Roberto si è esibito nel nuovo spot di "Libes Notte".

Terminato il primo atto, abbiamo fatto una pausa per rifocillarci (grazie a Sabina per la squisita torta di compleanno, e tanti auguri).

Rapidamente, nel tempo rimasto, abbiamo provato alcune scene del secondo atto. Gianni ha modificato la scena della danza turca: mentre Jale balla, il giullare entra in scena e la osserva stupefatto; anche Donna Silvia, la cantante e il pubblico ministero sono in scena, congelate in un loro atteggiamento tipico.

Alla fine della scena delle brioche, il regista entra in scena per contare gli incassi (e si scopre essere il proprietario della pasticceria). Scontento degli affari, licenzia Alessandro, che diventa muratore e comincia a costruire un muretto. A questo punto Patrizia canta l'aria di Mozart (ci ha incantato tutti con la sua interpretazione). Intanto sono in scena anche il professore, che gioca con un modellino di galassia, e Isa col suo bimbo.

Il secondo atto è sembrato a tutti interminabile... per fortuna c'è ancora tempo per limare e asciugare!

Ho corretto il testo con le ultime modifiche. Clicca qui per scaricare il copione aggiornato.

27.01.09

Jale e i biscottini

Dolce accoglienza per tutti stasera grazie ai biscottini portati da Jale (buonissimi, specialmente quelli ripieni con la cremina al cioccolato... per chi ha avuto la fortuna di mangiarne!). Per smaltire l'overdose di zuccheri, ci siamo riscaldati con dei passi eseguiti (in successione piuttosto rapida) su una base musicale, imitando Gianni. Ad ogni sequenza andava via un maglione, una felpa, una giacchetta... e la temperatura è salita rapidamente.

Gianni ha voluto provare ancora con le ragazze la sequenza del "devo", curando in particolare il momento dell'apertura in diagonale. Essendoci ancora incertezza sul testo, Gianni ha anche aiutato Jale, Sabina e Patrizia a memorizzare le battute.

Nel frattempo, Roberto ripassava il suo secondo monologo: "Se noi fossimo gli unici esseri viventi dell'universo...", che poi ha proposto a tutti noi (da notare il doppio gesto con l'indice sulla singolarità iniziale e quella finale).

Con Sabina Gianni ha lavorato ancora sull'arringa del pubblico ministero. Richiede ancora lavoro la parte ritmata ("hanno procurato, e procurano..."), da sistemare con Jale e Roberto per trovare la giusta sincronia.

Sono state riviste anche le pubblicità. Vcz ha declamato le virtù dello shampoo "libera e bella" da solo, indossando la parrucca già vista sulla prostituta del Girotondo. Patrizia ha presentato un magistrale "grattacielo di merda" con Trottex. Anche Libes Notte prende forma, con un coretto degno dello Zecchino d'Oro. Sabina ha direttive tutte nuove su come lasciare la scena (in pratica prepara la fuga con braccio e gamba come in un cartone animato).

Gianni ci ha informato di aver cancellato il monologo "Tutto è computer" del clown, che non aggiungeva nulla di essenziale, per asciugare il testo.

Giovedì incontro autogestito. Gianni non ci sarà ma ci ha raccomandato di lavorare ancora sul "devo", sui monologhi del professore, sulla scena del processo, e sul giullare.

29.01.09

I quattro del "devo"

Serata intima con solo Roby, Luke, Sabina e Vcz.

Abbiamo cercato comunque di eseguire i compiti assegnatici da Gianni per questa sera. Sabina e Roberto hanno ripassato la scena del tribunale con l'aiuto di Luke (che ha sostituito Jale). Poi Luke e Vcz hanno provato il dialogo tra il clown e il tecnico dei computer; Roberto ha eseguito i suoi primi due monologhi; Vcz ha interpretato il primo monologo del giullare; e Luke ha letto il suo telegiornale.

Tutti insieme, per aiutare Sabina a ripassare, abbiamo provato anche la scena del "devo", con Vcz, Luke e Robi al posto di Jale, Patty e Isa. Risultati inguardabili, ovviamente, ma per lo meno Sabina ha avuto modo di ripetere varie volte il testo.

Robi ha portato la mongolfiera, appena realizzata, che sarà in scena dall'inizio alla fine.

In serate come questa viene da chiedersi quanto prendiamo sul serio la nostra attività, e se la nostra motivazione sia scesa sotto il livello di guardia. Gli assenti hanno di certo tutti una ragione per essere mancati... ma non si può comunque fare a meno di riflettere.

Info su Gennaio 2009

Questa pagina contiene tutti i post di Gennaio 2009, elencati dal più vecchio al più recente.

Dicembre 2008 è l'archivio precedente.

Febbraio 2009 è l'archivio successivo.

Molti altri si trovano sulla pagina principale o in archivio.