Home La storia La regia L'allestimento Progetto Studio

Russia, inizio del Novecento. Un viaggiatore solitario di nome Zajcev, sorpreso da una violenta bufera di neve, è costretto a cercare rifugio in una sperduta e malandata stazione di posta. Zajcev è diretto in città, dove la mattina seguente sarà giudicato in tribunale per tre diversi reati.

Nel corso della notte, altri tre gruppi di viaggiatori trovano riparo nella stazione, accolti dalla spazientita moglie del mastro di posta, che rimane invece sempre a letto, stanco per la faticosa giornata appena trascorsa.

I pensieri della notte...

Ma per nessuno dei viaggiatori è altrettanto facile riposare. Qualcuno è turbato per quanto dovrà succedere l'indomani in città. Qualcuno è tormentato dai ricordi e dai rimpianti per una vita che non è stata quella che aveva sognato. E qualcuno, per cui potrebbe essere l'ultima notte in libertà... o l'ultima notte del tutto, è alla ricerca di emozioni in grado di esaltare, ancora una volta, la bellezza della vita.

... e le vicende del mattino

Quando il sole sorge il tempo delle riflessioni e dei ricordi finisce, e l'urgenza del viaggio torna ad essere preponderante. Ma quando i viaggiatori, che hanno dormito così vicini ma ignari gli uni degli altri, finalmente si incontrano intorno alla tavola della colazione, scoprono che non sono del tutto estranei, e che le loro vite dopotutto sono collegate... oppure stanno per diventarlo. E che, per qualcuno in particolare, non sarà mai più possibile dimenticare la notte appena trascorsa.

 

- La Notte Prima Del Processo -